theWise cerca redattori!

36 Condivisioni

theWise Magazine cerca nuovi redattori, per crescere e migliorarci.

Siamo una giovane redazione di circa quaranta articolisti sparsi in tutta Italia e vogliamo provare a migliorare lo stato dell’informazione nel nostro Paese, offrendo approfondimento corretto e competente sui temi di attualità.

L’impegno che chiediamo ai nostri collaboratori è, di norma, circa un articolo al mese di lunghezza compresa tra le 1000 e le 2000 parole. Ci occupiamo di approfondimento politico, economico, culturale, tecnologico e sportivo, in particolar modo di interviste e di argomenti di attualità.

Con grande rammarico, precisiamo che attualmente le nostre entrate, che provengono solamente dai banner pubblicitari, non sono abbastanza consistenti da consentirci di retribuire i nostri redattori. La collaborazione con noi, quindi, può essere una utile esperienza per chi ama scrivere o per chi vuole entrare nel settore del giornalismo, ma purtroppo non può essere intesa, almeno nel breve termine, come lavoro pagato.

Una versione precedente di questo annuncio faceva un accenno poco chiaro ai criteri per chiedere l’accesso all’Ordine dei Giornalisti, che la collaborazione con noi soddisfa solo in parte: siamo una testata registrata diretta da un iscritto all’Albo, ma non riusciamo a retribuire i collaboratori. Poiché poteva essere fuorviante, abbiamo preferito eliminarlo e sostituirlo con queste frasi.

Se sei interessato, manda una mail a contatti@thewisemagazine.it con un articolo di prova e un curriculum (o una tua breve presentazione: valuteremo solo l’articolo di prova, quest’ultimo è per conoscerci un po’). Se hai domande, scrivi alla nostra pagina Facebook o alla medesima mail.

36 Condivisioni

Michele Da Re

Sono nato a Chioggia, in provincia di Venezia, l'8 agosto 1996. Mi sono diplomato al Liceo scientifico dopo aver fatto un anno all'estero negli Stati Uniti, in Alaska. Alterno alla passione per la letteratura quella per la matematica. Attualmente studio Matematica per l'Ingegneria al Politecnico di Torino.