Batman v Superman

Un film che poteva rappresentare un capolavoro si è rivelato invece come qualcosa di estremamente mediocre: Batman v Superman è il ritratto di una delusione enorme.

Tra le arti della vita che fanno divertire ed emozionare forse è la settima quella che, nella modernità, regala più soddisfazioni. Il cinema rappresenta il modo migliore per poter sognare, immedesimarsi in qualcun altro se non addirittura vivere in prima persona un’avventura che nella vita reale sarebbe difficile anche solo da plasmare. Anche nel meraviglioso e dorato mondo dei film, però, spesso le cose non vanno come dovrebbero. Di flop ce ne sono a milioni, così come di pellicole non così brutte ma nemmeno pienamente sufficienti. Sicuramente il blockbuster Batman v Superman: Dawn of Justice rientra in questa seconda categoria: un kolossal wannabe che poteva rappresentare un vero punto di svolta per i cinecomic e che, invece, ha soltanto il sapore di un’incredibile occasione persa.

Fondamentale per comprendere i motivi di questo fallimento è il background che ha portato alla realizzazione del film. Una pellicola salutata con clamore e ambizione dai fan DC e che, in effetti, rappresenta un primo importante tassello per il DC Extended Universe che dovrebbe consentire alla Warner Bros di lottare a suon di incassi contro i Marvel Studios. Ma se a livello commerciale la pellicola ha comunque trovato una sorta di giusta promozione, lo stesso non si può dire per quanto concerne l’aspetto finale del prodotto.

La genesi di Batman v Superman

Tutto parte dalla necessità di contrastare la Marvel, dominatrice assoluta degli incassi con i cinecomic e in grado di mettere insieme un enorme e importante universo unico. Emulare è da sempre la strada migliore per cercare il successo – la stessa cosa che, per esempio, sta facendo la Universal con la nascita del Dark Universe – e dunque in DC, dopo averci provato con Man of Steel, si rendono conto che il Superman cinematografico da solo non può reggere l’intera legacy alle spalle della casa di fumetti. Di conseguenza, dopo la meravigliosa trilogia di Nolan, è il momento di portare a termine una missione che era stata tentata anche anni addietro: già nei primi anni 2000, infatti, era previsto un film con Batman e Superman protagonisti, ma poi non se ne fece più nulla. Batman v Superman: Dawn of Justice rappresenta quindi il primo, storico tentativo di mettere insieme due tra i più grandi personaggi dei fumetti esistenti. Un’impresa realizzabile ma anche una sfida davvero probante.

L’articolo completo è disponibile sul nostro magazine alle pagine 29-30.