La Spezia giusta: Carpi a punteggio pieno

0 Condivisioni

Due su due: bilancio positivo per questo inizio di Serie B del Carpi che conquista un’altra vittoria a reti inviolate, stavolta in trasferta.

La nuova avventura in Serie B del Carpi sembra essere partita davvero con il botto. Dopo alcune operazioni che hanno scaldato gli ultimi giorni di mercato, rinforzando una rosa già di per sé competitiva, i Falconi hanno avuto a che fare con un impegno probante nella seconda giornata del campionato cadetto italiano: lo Spezia, da sempre avversario ostico e abituato a competere per traguardi importanti nel torneo, non era di certo uno sparring partner e questo lo sapevano tutti. Nonostante la difficoltà della gara, però, il Carpi è riuscito a cogliere il secondo successo consecutivo di questo campionato, vincendo per 0-1 e consolidandosi tra le prime squadre in classifica di questo inizio di stagione.

Ancora una volta la vittoria è arrivata grazie a una rete siglata nei primi minuti di gioco, di nuovo da un attaccante. Stavolta però il protagonista è diverso: l’esperto Jerry Mbakogu, ormai anima della squadra, si dimostra piuttosto lesto nel ribadire in rete una corta respinta del portiere dopo una punizione diretta al 20′. Sarà l’unico e decisivo gol dell’incontro, il primo del campionato di Mbakogu. Dopo un paio di occasioni in contropiede per cercare di certificare il risultato, lo Spezia esce fuori nella ripresa ma trova davanti a sé uno straordinario Simone Colombi: il portiere si rende protagonista di almeno un paio di parate determinanti e consente alla squadra di mantenere il vantaggio fino alla fine. Siamo solo all’inizio ma i numeri sono già importantissimi: due vittorie di fila, due gare con porta inviolata per il portiere e per la difesa, reparto d’attacco che si conferma affidabile. La settimana scorsa si era detto che chi comincia è a metà dell’opera: evidentemente non abbiamo avuto torto.

Le voci dei protagonisti

FOTO: Carpi FC 1909

Ovviamente la gioia per la prima affermazione esterna della stagione non può che essere calzante. In primis per Dario Saric, prodotto del settore giovanile del club che ha esordito in Serie B proprio contro i liguri, bagnando la sua prestazione con una bella vittoria: «Esordire in Serie B in una partita così difficile e vincendo è un sogno che si realizza. Ringrazio la Società per questa opportunità dopo gli anni nel settore giovanile e lo staff tecnico che mi ha dato fiducia tenendomi qui e dandomi fiducia. Sono arrivati dei punti molto importanti su un campo davvero difficile, per me è davvero emozionante. Dedico questa vittoria alla mia famiglia, che mi è sempre stata vicina».

Anche Alessandro Ligi, uno degli ultimi acquisti della buona campagna di rafforzamento del club, ha spiegato le ragioni di questa vittoria individuando un protagonista assoluto nella vicenda: «Ringraziamo Colombi che ha fatto grandi interventi. Noi sappiamo che dobbiamo mettere in ogni gara questa intensità e questo agonismo, ci sarà da soffrire in ogni partita ma queste sono le prerogative che hanno contraddistinto i successi di questa società». Ligi si è poi espresso sulla trattativa che lo ha portato a giocare per il Carpi: «Io ero con la valigia in mano ogni giorno, volevo assolutamente venire qui. Ovviamente il Cesena però doveva prima sostituirmi. Ora sono felicissimo di poter dare una mano».

Infine, da registrare le parole del tecnico Antonio Calabro: per lui due partite e due vittorie in Serie B, una partenza oltre ogni aspettativa: «non è solo una vittoria di grande sofferenza ma anche di grande umiltà e dedizione al sacrificio. Più che col Novara abbiamo espresso anche un buon gioco ma è stato fondamentale stringere i denti. Lo ripeto: la squadra è giovane, nuova, dobbiamo semplicemente avere l’obiettivo di fare 50 punti il prima possibile, poi si vedrà».
Calabro ha parlato anche del ‘caso’ Yamga: subentrato a partita in corso, il calciatore è stato poi sostituito nel finale per scelta tecnica. Calabro, che nell’occasione ha mostrato di avere la giusta personalità per compiere scelte difficile, ha spiegato il motivo della decisione: «Gli avevo chiesto di ripartire e non lo stava facendo, in quei frangenti devo pensare a vincere la partita e fare anche scelte coraggiose e l’ho tolto ma non è una bocciatura».
Carpi dunque primo in classifica al pari di Perugia, Frosinone e Parma. Tutto nuovo, tutto da vedere. Ma, per adesso, sognare non costa davvero nulla.

Tabellino Spezia-Carpi.

FORMAZIONI
SPEZIA (3-5-2): Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani; Vignali, Pessina, Juande, Acampora, Lopez; Forte, Granoche. All. Gallo

CARPI (4-3-1-2): Colombi; Bittante, Sabbione, Ligi, Poli; Saric, Verna, Jelenic; Hraiech; Manconi, Mbakogu. All. Calabro

AMMONITI: Giani, Juande (S) – Bittante, Saric, Hraiech (C)

MARCATORI: 20′ Mbakogu (C)

ARBITRO: Baroni

0 Condivisioni

Claudio Agave

Studente presso la Facoltà di Scienze Motorie dell'Università Parthenope di Napoli. Giornalista pubblicista dal febbraio 2017 dopo una lunga ma utile gavetta. Scrittore, con almeno due romanzi già in cantiere e alcune partecipazioni attive a progetti letterari. Ho gli interessi di molti (cinema, serie tv, doppiaggio, sport) e l'ambizione di voler vivere facendo ciò che amo. Insomma, in pillole: scrivo pezzi, faccio cose, vedo gente.