Carpi double face: arriva il primo stop in Serie B

Carpi double face: arriva il primo stop in Serie B
3 Condivisioni

Prima sconfitta in campionato per il Carpi. Un ko che, però, non dev’essere drammatizzato

Un Carpi dai due volti subisce la prima sconfitta in questo campionato di Serie B durante la gara del turno infrasettimanale settembrino. A piegare la squadra di mister Calabro è la neo promossa Foggia, che trova quindi inaspettatamente la prima vittoria nel torneo proprio ai danni dell’ex capolista di cadetteria. Una partita double face per i Falconi, quasi perfetti nel primo tempo ma incredibilmente fragili nella ripresa, nonostante la partita si stesse mettendo su binari più che ottimi.

Questo perché il Carpi era passato in vantaggio grazie alla rete del solito Mbakogu: la punta si rivela ancora una volta un vero e proprio lusso per la Serie B, portando in vantaggio i suoi al 9′ grazie anche a un sontuoso lancio lungo di Sabbione che lo mette dinanzi al portiere avversario. Nel primo tempo le cose funzionano e il Carpi sfiora anche il raddoppio. Nella seconda frazione però la luce si spegne incredibilmente, portando alla rimonta della squadra pugliese: prima Martinelli in mischia firma il pari e poi, dopo appena un minuto dal suo ingresso, Chiricò porta in vantaggio i suoi. A complicare le cose ci pensa Saber Hraiech che, già ammonito, si prende un secondo giallo dopo una simulazione in area di rigore avversaria. L’espulsione anticipa il colpo di grazia del Foggia, che arriva grazie a Beretta in contropiede: 1-3 il risultato finale e, come dicevamo, primo ko in campionato per gli uomini di Calabro.

Mbakogu
Mbakogu realizza il gol del Carpi – FOTO: Carpi FC 1909

Le parole dei protagonisti

L’allenatore non può che essere soddisfatto della prestazione messa in scena nel secondo tempo da parte dei suoi calciatori: «La sconfitta è meritata per quello che ha fatto vedere il Foggia, un avversario che conoscevo dall’anno scorso e del quale sapevo le potenzialità. Noi abbiamo fatto un gran primo tempo andando meritatamente in vantaggio, poi siamo stati condizionati dai due gol presi nel primo quarto d’ora della ripresa», spiega.

Anche Alessandro Ligi ha commentato il primo ko stagionale in campionato: «Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, in cui ci siamo difesi molto bene senza rischiare mai nulla e abbiamo trovato il vantaggio. Dovevamo colpire con le nostre armi e l’abbiamo fatto con Jerry (Mbakogu, ndr). Nel secondo tempo abbiamo perso la marcatura su quel corner e abbiamo subito la loro iniziativa dopo il pareggio, chiudendoci troppo. Poi rimasti in dieci abbiamo fatto più fatica, era normale concedere qualcosa in più ma non siamo riusciti a riaprirla. Domani capiremo meglio cosa non ha funzionato e inizieremo a pensare alla partita di sabato a Chiavari (contro l’Entella, ndr)».

La sconfitta non deve però far gridare all’allarme: nonostante gli ultimi 45′ di sbandamento, il Carpi ha dimostrato ancora una volta di giocare un calcio coerente e propositivo. Un vanto encomiabile, soprattutto per una squadra che deve ancora trovare le sue certezze in mezzo a tante novità. Un ko dunque doloroso ma da contestualizzare e da cui ripartire in maniera positiva. Anche perché, nonostante tutto, il Carpi si trova ancora al terzo posto e a soli 3 punti dal primo, occupato in solitaria dal Frosinone. In attesa del pronto riscatto, servirà stare vicini alla squadra dopo questo piccolo passo indietro. Una sconfitta che però non rovina l’ottima partenza stagionale dei Falconi.

Tabellino Carpi-Foggia

FORMAZIONI
CARPI (3-5-2): Colombi; Sabbione, Poli, Ligi; Jelenic (84′ Manconi), Verna, Pasciuti, Hraiech, Mbaye (70′ Malcore); Mbakogu, Belloni (51′ Concas). All. Calabro

FOGGIA (4-3-3): Guarna; Loiacono, Camporese, Martinelli, Rubin; Agazzi, Vacca, Agnelli; Nicastro (63′ Chiricò), Mazzeo (84′ Beretta), Fedato (46′ Floriano). All. Stroppa

AMMONITI: Pasciuti, Hraiech (C) – Nicastro (F)

ESPULSI: Hraiech (C)

MARCATORI: 9′ Mbakogu (C), 51′ Martinelli, 64′ Chiricò, 89′ Beretta (F)

ARBITRO: Marinelli

3 Condivisioni

Pubblicato da Claudio Agave

Studente presso la Facoltà di Scienze Motorie dell'Università Parthenope di Napoli. Giornalista pubblicista dal febbraio 2017 dopo una lunga ma utile gavetta. Scrittore, con almeno due romanzi già in cantiere e alcune partecipazioni attive a progetti letterari. Ho gli interessi di molti (cinema, serie tv, doppiaggio, sport) e l'ambizione di voler vivere facendo ciò che amo. Insomma, in pillole: scrivo pezzi, faccio cose, vedo gente.