In ambito calcistico, in questi giorni, uno dei temi portanti della discussione – soprattutto in casa Roma – è quello che riguarderebbe il presunto interesse di un fondo qatariota per l’acquisizione della società giallorossa. Si tratta di una notizia lanciata giorni fa dal Corriere dello Sport che, però, l’attuale proprietario della Roma James Pallotta ha prontamente archiviato come una fake news. La verità, però, sarebbe diametralmente opposta, come ci hanno rivelato in esclusiva fonti vicinissime alla dirigenza del club capitolino, per il quale un cambiamento epocale non sembra assolutamente lontano, anche se potrà arrivare solo a determinate condizioni.

ESCLUSIVA – Roma, il fondo del Qatar è realmente interessato: ecco i dettagli e i retroscena del possibile accordo

Partiamo dalle basi: ci è stato riferito, da chi ha contatti con fonti direttissime, che l’interesse per l’acquisto della Roma è al 100% reale. Non si tratterebbe, dunque, di una boutade momentanea o di una notizia farlocca. L’interesse c’è. La chiusura positiva, però, dipenderà probabilmente dalla questione relativa al nuovo stadio della Roma, che dovrebbe sorgere nei prossimi anni. Se a maggio dovesse infatti essere approvata la variante urbanistica fondamentale per costruire il nuovo stadio dei giallorossi, il fondo qatariota – del quale farebbero parte parenti stretti del proprietario del PSG Al-Khelaifi – entrerebbe (per riprendere un gergo prettamente calcistico) a gamba tesissima, arrivando a offrire a Pallotta 650 milioni per il club, con tanto di accollo degli attuali debiti. Una cifra che all’attuale proprietario giallorosso farebbe gola, poiché egli stesso valuta la Roma tra i 700 e gli 800 milioni di euro, debiti compresi. Il tutto, però, non si potrebbe chiudere – visti i tempi tecnici – prima di quest’autunno e quasi sicuramente non entro l’estate.

Qualora l’affare andasse a buon fine, inoltre, l’intenzione sarebbe quella di rendere Tor di Valle il vero e proprio polo europeo del Qatar. A livello prettamente calcistico, invece, per ciò che concerne i ruoli dirigenziali la bandiera Francesco Totti diventerebbe vice-Presidente del club, mentre all’attuale allenatore Claudio Ranieri verrebbe affidato il ruolo di Direttore dell’Area Tecnica. A farne le spese, nella concezione del nuovo organigramma societario, sarebbe l’attuale vice-Presidente ed ex Direttore Generale Mauro Baldissoni che, secondo le notizie a nostra disposizione, verrebbe silurato dalla nuova proprietà. Si attendono dunque mesi decisivi per il futuro della Roma, con il progetto di Pallotta che – nonostante le buone intenzioni – non è mai riuscito a decollare del tutto e che, a questo punto, potrebbe anche far spazio al fondo qatariota. Alla faccia delle fake news.