CoroNow, l’app che ti aggiorna sul Coronavirus

CoroNow
123 Condivisioni

Il Coronavirus è ormai entrato nella nostra quotidianità e ci ha costretto a variare le nostre abitudini, costringendoci a restare in casa. Bisogna guardare il lato positivo di ogni tragedia ed in questo caso è rappresentato dal tanto tempo a disposizione. C’è chi ha deciso di passarlo leggendo libri, studiando, dandosi alla cucina o alle serie TV. Ma c’è anche chi ha deciso di mettersi a disposizione di tutti attraverso le proprie competenze. Come? Scrivendo articoli o pensieri sui propri profili per tranquillizzare gli altri e riflettere su questa situazione, per creare arte, ma anche per comprendere a pieno il fenomeno attraverso l’analisi dei numeri. È il caso di Alessandro Cascavilla, famoso sui social attraverso il profilo Instagram Ale.conomista, Junior Economist dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani, ricercatore PhD all’Università di Bari e creatore di “CoroNow”. A cosa serve CoroNow? Scopriamolo insieme!

CoroNow, l’app che ti aggiorna sul Coronavirus

E’ un’app creata per essere aggiornati sulla diffusione del coronavirus in tempo reale, in un periodo in cui è necessario conoscere ed analizzare in maniera oggettiva i dati ufficiali. L’app è stata realizzata grazie all’aiuto dello sviluppatore Francesco Pio Bocci (amico ed ex coinquilino universitario di Alessandro) ingegnere informatico e owner di PyBoxStudio.

Ma qual è il motivo della nascita dell’app? “Il motivo è semplice: ogni giorno faccio divulgazione sulla buona interpretazione dei dati statistici e sugli effetti del virus sull’economia, commentando ogni pomeriggio l’andamento delle borse e dei principali indici macroeconomici.”- dichiara Alessandro. E’ stata lanciata una prima versione (attualmente disponibile per Android) che verrà aggiornata costantemente con nuove funzioni, con la quale è possibile essere sempre aggiornati sulle ultime news e gli ultimi dati della diffusione del virus. Nella versione base è già possibile usufruire di varie funzioni. Una volta aperta l’app appare una schermata che mostra le statistiche aggiornate sul numero di contagi, guariti e deceduti per il Covid-19, oltre al tasso di mortalità e guarigione in costante aggiornamento.

Leggi anche: Il costo social dell’epidemia di Coronavirus

Cliccando sulla seconda icona del menù superiore è possibile guardare gli stessi dati statistici divisi per regioni. Inoltre, nella sezione news dell’app è possibile essere aggiornati con le ultime notizie sul Coronavirus e sugli effetti economici delle borse mondiali, commentati da Alessandro, ideatore dell’app. A questo proposito, si può accedere ad un menu con ulteriori funzioni come “Chiedi ad Ale”, grazie alla quale è possibile fare una domanda direttamente ad Alessandro su qualsiasi curiosità, aggiornamento o corretta interpretazione delle statistiche.

Le caratteristiche di CoroNow

Un punto di forza dell’app è sicuramente la possibilità di ottenere grafici che mettono in relazione i dati italiani con quelli degli altri Paesi, per vedere come si è sviluppata e come potrà svilupparsi la diffusione del virus. Esiste poi una sezione che ti permette di ottenere consigli su come tutelarsi dal virus e con i numeri utili da contattare in caso d’urgenza.

“L’app rappresenta un punto d’incontro tra quello che già faccio giorno per giorno su ale.conomista, e le varie richieste dei ragazzi che mi seguono: ogni giorno ricevo centinaia di richieste di messaggi su come ottenere statistiche e sulle ultime news, ma anche su quali letture consiglio per passare al meglio il tempo da passare necessariamente in casa. Perciò, un’app del genere permette da un lato di avere aggiornamenti automatici, dall’altro è un punto di riferimento per chi già segue i miei progetti social dato che inserirò news, aggiornamenti e letture consigliate (funzione in aggiornamento) sulla base delle mie abitudini, grazie alle quali ho raggiunto ad oggi un bacino di utenti di oltre 130.000 follower. Ho deciso di lanciare ora
questo progetto per dare un messaggio: Dobbiamo imparare a vedere questi problemi, come il fatto di restare necessariamente a casa, come un’opportunità e non come un limite.” – dichiara Alessandro.

Alessandro Cascavilla

Il creatore dell’app, Alessandro Cascavilla

Sono già previsti prossimi aggiornamenti, rilasciati a breve, con i quali verrà inserita, tra le altre, la funzione “How to: consigli su come passare al meglio il tempo a casa” in cui Alessandro consiglia delle letture giornaliere ed altri contenuti da non perdere per “combattere” la noia da coronavirus e investire al meglio il proprio tempo da passare in casa. “Restare più tempo a casa è sicuramente un grosso e pesante limite per tutti, che però può essere visto in modo positivo considerato il tempo libero da investire sugli affetti familiari e su se stessi, dato che al giorno d’oggi sembra che nessuno abbia più tempo per queste cose”, ha dichiarato Alessandro sul suo canale Instagram- “Sto portando avanti contemporaneamente ai miei lavori e in “smart working” (ormai si usa dire così) con Francesco (il programmatore che ho citato prima), il quale è un ottimo programmatore e riusciamo a lavorare bene anche a distanza, dato che lui è attualmente ad Ancona per finire l’ultimo anno di magistrale in ingegneria informatica. Personalmente, voglio lanciare un messaggio che spero venga recepito positivamente da tutti i ragazzi come me: dietro ogni limite c’è una grande opportunità.”

CoroNow è un tentativo nato per avvicinare le persone alla corretta interpretazione e analisi dei dati, all’attenzione per le news e all’importanza della fiducia dei dati ufficiali, temi sui quali Alessandro basa gran parte del suo lavoro di divulgazione social. L’App è gratuita ed attualmente disponibile nel Play Store, e lo sarà presto anche per iPhone.

123 Condivisioni

Claudio Agave

Studente presso la Facoltà di Scienze Motorie dell'Università Parthenope di Napoli. Giornalista pubblicista dal febbraio 2017 dopo una lunga ma utile gavetta. Scrittore, con almeno due romanzi già in cantiere e alcune partecipazioni attive a progetti letterari. Ho gli interessi di molti (cinema, serie tv, doppiaggio, sport) e l'ambizione di voler vivere facendo ciò che amo. Insomma, in pillole: scrivo pezzi, faccio cose, vedo gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.