Eventi Covid-free: in discoteca dopo il tampone

Eventi Covid-free: in discoteca dopo il tampone
0 Condivisioni

La start up TicketSms, grazie a un’innovativa app, permetterà alla movida di rinascere. Per garantire eventi Covid-free, chi ha comperato un biglietto dovrà anche farsi un tampone.

Il ticket (nominativo) sarà emesso, ma sarà possibile utilizzarlo solo quando sarà associato a un tampone negativo nelle trentasei ore precedenti l’evento. Un vero e proprio green pass digitale che garantirà a tutto il comparto dell’eventistica di ripartire.

Il primo test scientifico è previsto per il 5 giugno a Gallipoli. L’iniziativa è sostenuta dal sindacato dei gestori dei locali da ballo e dei lavoratori dello spettacolo, dalla Club Festival Commission e da A – DJ. Il CEO, Andrea Vitali: «Finalmente si potrà tornare a vivere i grandi eventi in totale sicurezza».

Salvare un settore in difficoltà

Dall’unione tra l’innovativa start up bolognese TicketSms e la piattaforma Mitiga nasce una rivoluzione capace di salvare il settore, tramite eventi Covid-free.

La nuova piattaforma è già operativa e sarà testata il 5 giugno, in una notte che rappresenterà un vero e proprio test scientifico in Italia per promuovere gli eventi Covid-free con nuovi standard di sicurezza.

L’iniziativa è sostenuta dalla SILB-Fipe (Associazione Italiana Imprese e Intrattenimento), dalla Club Festival Commission (CFC) e dall’associazione dei Dj (A –DJ). La prima, storica sperimentazione si svolgerà a Gallipoli, nel locale all’aperto Praja, dove duemila persone entreranno soltanto con il green pass (ottenuto tramite un tampone in un hub appositamente istituito in loco)

Leggi anche: Un anno di buio in sala. Quale futuro per i lavoratori dello spettacolo?

Una ricerca scientifica

Per questa circostanza è anche prevista una raccolta dati post-evento: dopo cinque giorni tutti dovranno sottoporsi a un nuovo tampone per verificare eventuali contagi avvenuti. Il secondo test scientifico riguarderà Milano e si svolgerà al Fabrique, discoteca al chiuso, in una data ancora da definirsi.

Il procedimento attivato da TicketSms, e che sarà utilizzato negli eventi Covid-free successivi ai due test scientifici pilota, è molto semplice. La prima fase è quella dell’acquisto del biglietto, che però sarà “bloccato”. L’utente che intende partecipare dovrà quindi sottoporsi al vaccino o al tampone antigenico di prima generazione per Sars-Cov2 tra le ventiquattro e le trentasei ore prima dell’evento, in una delle tante farmacie o centri di analisi convenzionati con Mitiga (sono trecento in tutta Italia, convenzionati anche con con Federfarma), o anche in altri hub che saranno comunicati via app.

A quel punto TicketSms verificherà lo stato del tampone del partecipante e permetterà l’utilizzo del biglietto tramite una notifica sul telefonino. Nel caso in cui il tampone non sia stato effettuato, il biglietto non si sbloccherà e non sarà dunque possibile partecipare. In caso di tampone positivo il sistema non memorizzerà alcun dato. All’ingresso all’evento si dovrà esibire solamente il codice QR del biglietto TicketSms, evitando così controlli multipli e velocizzando le eventuali code. Il tutto in rispetto del corretto distanziamento.

eventi covid-free
Foto: Pixabay.

Sicurezza e privacy

«Siamo orgogliosi di partecipare a questo esperimento scientifico, lavoriamo con gli eventi e permettere a tutti di ritrovarsi in sicurezza è una nostra priorità», commenta il founder di TicketSms Andrea Vitali. «Questo protocollo raccoglie solamente i dati necessari per partecipare all’evento in sicurezza, permettendo di essere in linea con le norme attuali riguardanti la tracciabilità dei partecipanti in caso di esposizione al coronavirus. La privacy dei dati degli utenti è garantita. Le uniche informazioni che verranno scambiate tra TicketSms e Mitiga saranno quelle relative alla verifica sanitaria. Torneremo a divertirci tutti assieme in sicurezza».

E-ticket: il futuro?

È questa l’ultima novità di una start up, TicketSms, nata nel 2018 a Bologna dall’idea di due giovani imprenditori: Andrea Vitali, trentaseienne di Petritoli (in provincia di Fermo) e Omar Riahi, trentunenne di Catania. Grazie a una tecnologia d’avanguardia, l’e-ticket soppianterà il biglietto cartaceo.

Un’innovazione che si va sempre più diffondendo: l’e-ticket è paperless e quindi riduce lo spreco di carta. I clienti acquistano il biglietto online e lo ricevono via sms, abbattendo così anche i costi di spedizione. Attraverso la scansione immediata del codice QR, possono accedere velocemente alla venue dell’evento senza alcun contatto fisico.

Un’idea che in breve tempo ha raggiunto molta notorietà. Ad oggi è stata utilizzata in oltre tremila eventi ai quali hanno partecipato oltre seicentomila persone; sono quattrocentocinquanta le discoteche e i locali convenzionati.

«Ma i vantaggi non ci sono solo per i clienti», conclude Vitali. «Anche l’organizzatore dell’evento monitora in ogni momento le vendite e l’afflusso degli ingressi, non ha più i costi di stampa dei biglietti tradizionali, evita al pubblico le lunghe file e anche i tentativi di frode, in quanto siamo una delle poche realtà di ticketing italiane certificate SIAE come biglietteria automatizzata certificata».

0 Condivisioni

Pubblicato da thewisemagazine

Settimanale online di cultura e informazione. In un mondo dove le notizie sono trattate senza profondità, noi andiamo in direzione ostinata e contraria. theWise Magazine è una testata giornalistica registrata che, attraverso un'indagine condotta sui fatti in senso stretto, si propone di trattare argomenti di interesse generale con precisione e professionalità, fornendo una chiave interpretativa semplice e chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.