Vite al limite, l’annuncio sulla paziente che aveva perso 150Kg sconvolge tutti

“Vite al Limite”. La celebre trasmissione di Real Time mostra le storie di pazienti patologicamente obesi curati dal Dr. Nowzaradan. Cosa è accaduto a Margaret Johnson.

Probabilmente il titolo del programma “My 600-lb Life” non vi farà suonare nessun campanello, tuttavia è molto famoso. Questo perché nel nostro paese lo conosciamo meglio come “Vite al limite” e va in onda sul canale Real Time. Viene trasmesso da oltre dieci anni e racconta le storie struggenti di individui affetti da obesità patologica. 

Vite al limite Margareth Johnson
Il chirurgo bariatrico di Vite al Limite, Younan Nowzaradan (Instagram @younannowzaradan) Thewisemagazine.it

Ognuno dei pazienti affronta la sfida di apparire di fronte alle telecamere avendo in comune il desiderio di ritornare in salute e riprendere in mano le redini della propria vita. Per questo motivo, sanno di potersi affidare alla sapienti cure del medico Younan Nowzaradan, specialista in chirurgia bariatrica. Il percorso è davvero impervio, devono sdradicare anni di malsane abitudini alimentari e compiere sforzi considerevoli sia dal punto di vista fisico che psicologico. Una delle pazienti che hanno partecipato allo show è stata Margaret Johnson. Scopriamo quale stato il suo epilogo.

Vite al limite: il duro percorso di Margaret Johnson, pesava 340 kg

Margaret Johnson aveva 35 anni quando ha partecipato al docu-reality “Vite al limite”. Originaria di Baytown, nello stato del Texas, è stata protagonista della decima puntata della decima stagione dello show. Il suo peso iniziale era di 340 kg. Margaret ha raccontato che il suo rapporto controverso e malsano con il cibo è iniziato quando era solo una bambina. Purtroppo, la sua è stata un’infanzia infelice; è cresciuta in un ambiente violento, lei e le sue sorelle maggiori venivano abbandonate e lasciate spesso senza mangiare per lungo tempo.

Vite al limite Margareth Johnson
Vite al limite, la storia di Margareth Johnson (Screenshot da Youtube @TLC) Thewisemagazine.it

Questo le ha infuso la paura di poter rimanere senza cibo per giorni. Di conseguenza, non appena aveva l’occasione, divorava tutto quello che trovava. Già in tenera età ha iniziato a sviluppare il diabete e un evidente disturbo alimentare. Dopo la morte di una zia a cui era affezionatissima, il suo bisogno psicologico di cibo aumentò, trovandolo unica via di conforto. La compulsività si trasformò via via in una vera e propria dipendenza.

Margaret Johnson si è rivolta al Dr. Nowzaradan in cerca di aiuto. Inizialmente, ha avuto grandi difficoltà ad adattarsi al rigido piano dietetico che le è stato imposto. Tuttavia, non si è arresa. Ha perso solamente grazie alla sua forza di volontà circa 107 chili per ottenere l’approvazione per l’intervento chirurgico di bypass gastrico.

Ha continuato a proseguire verso la via della guarigione perdendo un’immane quantità di peso. Sembrerebbe che Margaret sia rimasta sulla strada giusta. Da quanto si apprende dai social, vive ancora a Baytown con sua madre e i suoi cani ed è molto più sana e felice.

Impostazioni privacy