Accettazione dell’eredità: le pesanti nuove regole che possono metterti nei guai

Accettare l’eredità vuol dire non solo prendere del buono, ma anche degli aspetti negativi: ecco quali sono le nuove regole.

Accettare l’eredità non sempre può essere un fattore positivo, ma soprattutto è fondamentale capire quali siano le regole fondamentali da rispettare per non incappare in guai pesanti.

regole accettazione eredità
Accettazione dell’eredità-theWisemagazine.it

Accettare l’eredità può essere alle volte qualcosa di molto complicato per cui è meglio sempre sapere alla perfezione ciò a cui si va incontro. Quando ereditiamo qualcosa infatti possiamo dire che sia semplicemente un gesto semplice, ma in realtà ci sono leggi davvero complesse nel momento in cui avviene questo. Le conseguenze e le responsabilità che derivano da questo gesto sono tantissime. L’argomento  richiede più di un chiarimento.

Accettare l’eredità è complicato, ecco come comprendere bene cosa significa

Quando un defunto ci lascia qualcosa in eredità significa che ci assumiamo una grandissima responsabilità. Non solo prendiamo infatti quelli che sono stati i beni di una persona scomparsa, ma subentrano anche i suoi debiti. L’erede infatti subentra in tutti i rapporti giuridici che il defunto aveva e non solo nei crediti, ma anche nei denti. Più semplicemente chi accetta eredita tutto e questo sia se accetta o meno. L’accettazione di un’eredità può essere infatti sia espressa con una dichiarazione fatta al notaio o al cancelliere del tribunale che apre la successione, sia tacita. Nel secondo caso l’erede dispone e amministra dei beni del defunto anche a sua insaputa. Cosa bisogna fare allora ?

regole accettazione eredità
Le pesanti nuove regole che possono metterti nei guai-theWiseMagazine.it

Nel momento in cui una persona muore e ci lascia un’eredità possiamo prendere due decisioni: accettare oppure rifiutare. Con l’accettazione vera a e propria l’erede subentra in tutte le obbligazioni non ancora estinte come i debiti, che comprende tutte le passività del defunto e gli interessi. Possono essere anche spese condominiali, mutui, prestiti, contratti, insomma sono tanti i debiti che si trasferiscono in modo automatico agli eredi. Anche la fideiussione si trasmette agli eredi che a quel punto sono costretti a pagare. Cosa invece non viene lasciato in eredità?

Gli unici rapporti che non si trasmettono automaticamente sono i diritti reali come uso abitazione, i contratti di fiducia, i diritti al nome, alla libertà, gli stati familiari, il diritto agli alimenti. Gli eredi inoltre non rispondono di sanzioni amministrative, penali, tributarie assegni di mantenimento ad ex mogli, debiti di gioco e tutti i debiti caduti in prescrizione. Per tutto il resto, se non si vogliono ereditare debiti oltre che oneri non resta che rinunciare all’eredità, o in tribunale oppure con un notaio.

Impostazioni privacy