Comune assume archivisti, ottimo stipendio e indeterminato: come candidarsi

Un Comune cerca archivisti da assumere con contratto a tempo indeterminato. La retribuzione è ottima, ecco come partecipare al concorso.

Un bando di concorso per archivisti scadrà tra pochissimi giorni. Non è il momento di perdere tempo, inviate subito la domanda di partecipazione.

Comune cerca archivisti, l'occasione di lavoro
Comune cerca archivisti, requisiti e stipendio (Thewisemagazine.it)

L’archivista ha il compito di coordinare il processo di trasferimento negli archivi dell’Ente dalla documentazione cartacea a quella digitale ed elettronica. Deve anche sovraintendere la progettazione dell’architettura degli archivi, gestire i documenti e i flussi, conservare i documenti e gestire gli Archivi correnti e di deposito. Spetta all’archivista selezionare i documenti da destinare a conservazione permanente e curare l’accessibilità dei documenti stessi.

Un ruolo di responsabilità, organizzazione, precisione e attenzione per cui il Comune di Genova cerca risorse qualificate tramite concorso pubblico per esami. L’assunzione sarà a tempo pieno e indeterminato. Le figure ricercate sono due funzionari amministrativi archivisti.

Requisiti per diventare archivisti, stipendio e invio della candidatura

I cittadini interessati hanno tempo fino al 13 dicembre per inoltrare la domanda di partecipazione al concorso indetto dal Comune di Genova. Si richiede il possesso di SPID e Carta di Identità Elettronica per l’iscrizione e dell’indirizzo PEC – Posta Elettronica Certificata. L’istanza si invia compilando il form apposito nel portale InPA.

Requisiti per proporsi come archivista
Requisiti per proporsi come archivista (Thewisemagazine.it)

Tra i requisiti la cittadinanza Italiana, di uno Stato UE o di uno Stato non UE ma con permesso di soggiorno, l’età superiore a 18 anni e il godimento dei diritti civili e politici. Il candidato non dovrà aver riportato condanne penali e non dovrà essere stato destituito da un impiego presso una Pubblica Amministrazione.

Per candidarsi occorrerà essere in possesso della Laurea magistrale in Archivistica e Biblioteconomia oppure della Laurea specialistica in Archivistica e Biblioteconomia o del Diploma di Laurea in Conservazione dei Benni culturali ad indirizzo Archivistico e Librario. In alternativa è sufficiente qualsiasi diploma di Laurea, Laurea specialistica o Laurea di primo livello unitamente ad un diploma di Archivista o similare.

Se il numero delle domande di partecipazione sarà considerato troppo alto i candidati saranno sottoposti ad una prova preselettiva con questionario a risposta multipla. Le prove d’esame vere e proprie saranno due, una scritta e una orale che si potranno svolgere anche da remoto se così verrà indicato dalla Civica Amministrazione. Entrambe le prove serviranno per accertare il possesso delle competenze e delle attitudini richieste. Le materie oggetto di esame sono archivistica generale anche digitale, archiveconomia, tecniche di descrizione e ordinamento archivistico e tecniche di gestione informatica di archivi.

Impostazioni privacy