“Avevo paura”: Alessandro Gassman, la rivelazione intima mai fatta prima è un pugno nello stomaco

Alessandro Gassman si è lasciato andare, in un’intervista, parlando del suo passato, ad una rivelazione del tutto inaspettata.

Alessandro Gassman è tornato in televisione, nelle scorse settimane, nella seconda stagione della serie Un professore. Ha interpretato Dante, un professore di filosofia, ed è stato accompagnato da un cast d’eccezione, con la presenza di vecchie conoscenze e l’entrata di nuovi attori. Visto il successo della trama, i telespettatori si chiedono se ci sarà o meno un seguito. A dare una risposta è stato il diretto interessato. Su X aveva infatti fatto sapere- rispondendo ad un utente con un ‘torneremo’- che la terza stagione ci sarà.

alessandro gassman rivelazione
Alessandro Gassman, la rivelazione è inaspettata (thewisemagazine.it)

Sembrerebbe, quindi, che la storia avrà un nuovo sviluppo e che ancora una volta, com’è successo nella prima e nella seconda stagione, Dante sarà tra i protagonisti. Gassman è uno degli interpreti più amati della scena cinematografica italiana, dato che ha vestito i panni di personaggi di un certo spessore, in maniera perfetta. Essendo famoso, più volte nel corso degli anni è stato protagonista di interviste, in cui rivelava retroscena sulla sua vita privata e professionale. In particolare a Repubblica ha fatto una confessione molto intima su se stesso. 

Alessandro Gassman, la rivelazione è inaspettata: cosa ha svelato l’attore

Alessandro Gassman in un’intervista rilasciata a Repubblica ha avuto modo di raccontarsi, partendo dal suo passato. Nel corso della chiacchierata, che è stata molto esaustiva, si è lasciato andare ad una confessione molto intima su se stesso. È legata agli anni della scuola, quando era solo un ragazzino, pronto però molto presto a farsi conoscere al grande pubblico. L’attore ha spiegato di essere stato un pessimo studente.

gassman rivelazione
La rivelazione di Alessandro Gassman spiazza (Foto Ansa) thewisemagazine.it

Ha cambiato parecchie scuole per problemi caratteriali e ha frequentato sempre istituti molto punitivi: “Avevo paura delle interrogazioni, dei voti, quindi non ci andavo volentieri. Era proprio un’angoscia per me, infatti sono sempre andato male e spesso non ci andavo”, ha raccontato. La scuola era per lui motivo di angoscia anche se, avendo avuto un padre come Vittorio Gassman, se la cavava in italiano: “Me la cavavo in italiano, anche perché vivendo in casa con Vittorio Gassman, che ogni congiuntivo sbagliato ti lascio immaginare…”

A quanto pare, gli anni delle superiori non sono stati facili, ha dovuto attraversare momenti di forte paura a causa delle interrogazioni e dei voti. Suo padre, per i suoi scarsi risultati nello studio, lo indirizzò verso la recitazione. Una scelta che allora arrivò quasi come una punizione ma che negli anni gli ha portato tanta fortuna: infatti, oggi Alessandro Gassman è uno degli attori più apprezzati e più richiesti dai registi.

Impostazioni privacy