Nuovo bonus da oltre 150 euro: ecco a chi è indirizzato e come richiederlo

Finalmente nuove risorse per chi ne ha più bisogno. Ecco come funziona il nuovo bonus da 150 euro e a chi è indirizzato.

Negli ultimi tempi affrontare il costo della vita è sempre più difficile. Questo a causa della crescente crisi inflazionistica e dell’aumento dei prezzi per tutti i tipi di prodotti. Ecco perché lo Stato spesso mette a disposizione dei cittadini più bisognosi alcune misure economiche che potrebbero dare una mano.

Nuovo bonus da oltre 150 euro
Arriva un nuovo bonus da 150 euro – Thewisemagazine.it

Ma ora c’è una buona notizia in questo senso che potrebbe far felici in molti. Arriva infatti il nuovo bonus da oltre 150 euro. Vediamo insieme come richiederlo e a chi è indirizzato, tutti i dettagli d conoscere.

Come funziona il Bonus da 150 euro

La misura del bonus da oltre 150 euro è rivolta ai contribuenti che hanno almeno un figlio che studia, a prescindere dalla sua età. Chi ha carico dei figli che stanno frequentando un corso di studi può infatti approfittare dell’agevolazione in sede di dichiarazione dei redditi. Questa permette infatti di recuperare una parte delle spese sostenute. Per il 2024 è infatti prevista una detrazione del 19% per le spese relative al sostegno del figlio nella scuola, per una spesa massima di 800 euro. Lo sconto massimo dell’Irpef sarà di 152 euro per ogni figlio studente.

Nuovo bonus da oltre 150 euro
Ecco chi potrà ottenere la detrazione – Thewisemagazine.it

Ma come usufruire dell’agevolazione? Sono incluse le spese sostenute per la scuola dell’infanzia, fino alla scuola superiore o secondaria di secondo grado. Sono detraibili spese tracciabili relative a gite scolastiche, servizio di trasporto scolastico, assicurazione scuola, corsi di teatro, di lingua e di musica. Inoltre sono incluse le spese per la mensa scolastica, per il pre e post scuola, per le spese di iscrizione e di assistenza al pasto. Secondo le normative, inoltre, non possono essere detraibili le spese relative all’acquisto del materiale didattico. Oltre al materiale di cancelleria, zaini, divise e libri di testo.

Utilizzando un semplice esempio di una famiglia con tre figli, possiamo capire meglio come funziona il bonus. Per il primo figlio che va alle elementari, con spese di 720 euro per la mensa, 80 per il trasporto, 120 per il pre post scuola, 40 per la gita e un totale di 960 euro. Il secondo figlio è alle medie. Le spese sono di 120 euro per il corso di inglese, 80 per la gita e 20 per l’assicurazione. Totale: 220 euro. Il terzo figlio è alle superiori e la spesa è di 40 euro di assicurazione. La detrazione per il primo figlio sarà di 152 euro (importo massimo). Di 41,80 per il secondo figlio e di 7,60 euro per il terzo figlio.

Impostazioni privacy