Giancarlo Magalli, ormai la notizia sembra essere confermata: “Non dimentichiamo”

Da qualche tempo Giancarlo Magalli non è più alla conduzione di alcun programma: secondo Alessandro Cecchi Paone c’è una spiegazione logica.

Giancarlo Magalli è stato, e in realtà è ancora, uno dei volti più grandi e apprezzati della televisione italiana. Conduttore storico della RAI ha guidato alcuni programmi attraverso anni e anni di messa in onda senza mai perdere il suo smalto e soprattutto la sua grandissima ironia.

giancarlo magalli notizia confermata
Giancarlo Magalli – Fonte Instagram @magallinobellino – thewisemagazine.it

Purtroppo, però, le vicissitudini giudiziarie con Adriana Volpe, che lo accusò di aver maltrattato lei e molte altre sue colleghe prima di lei, hanno gettato un’ombra non da poco su una carriera che altrimenti sarebbe stata assolutamente fulgida.

Forse anche sull’onda di quel difficile colpo alla sua immagine, da diversi anni Giancarlo Magalli non conduce più alcun programma anche se continua a frequentare la televisione in maniera stabile come ospite e spesso opinionista. Recentemente è anche approdato negli studi di Myrta Merlino per prendere parte a quel Pomeriggio 5 che sta cercando di sopravvivere all’allontanamento di Barbara D’Urso voluto da Mediaset.

Proprio sulla parziale sparizione di Magalli dai palinsesti Rai, Alessandro Cecchi Paone ha voluto dare un parere estremamente analitico e ben argomentato. Lo ha fatto dalle pagine di Nuovo TV.

Perché Magalli non torna a condurre?

A portare la questione Magalli all’attenzione di Alessandro Cecchi Paone è stata una lettrice di Nuovo Tv che ha sottolineato come in televisione si senta moltissimo la mancanza di un programma condotto da Magalli, che nelle vesti di opinionista o semplicemente di ospite di altri conduttori non riesce ad emergere e a brillare come avrebbe potuto continuando a condurre un programma suo.

giancarlo magalli notizia confermata
Giancarlo Magalli negli studi di Verissimo a Gennaio 2023 – Fonte Instagram @dadopagani – thewisemagazine.it

Alessandro Cecchi Paone è riuscito a individuare perfettamente il problema che ha portato Magalli a una sorta di necessario esilio dalla conduzione. Il motivo, secondo Cecchi Paone, è che la televisione è ormai povera di idee e di risorse economiche da investire nella creazione e nella realizzazione di programmi nuovi e innovativi.

Proprio per questo motivo la televisione continua a puntare sui Talk Show e su altri programmi simili dove, alla mancanza di idee riesce a sopperire con l’intelligenza, il carisma e con la simpatia degli ospiti. In quest’ottica Magalli è una risorsa gigantesca per la televisione di oggi. 

“Avere in campo opinionisti di peso oggi può fare la differenza. Oltretutto per età, esperienza e favore del pubblico Giancarlo Magalli è diventato a pieno titolo un “senatore” del piccolo schermo: ne conosce ogni segreto. Non dimentichiamo che è stato a lungo dietro le quinte come autore, anche molto apprezzato e ricercato.”.

Impostazioni privacy