Nel 2024 come uscire prima dal lavoro con la pensione anticipata: nuove regole e requisiti

Anche nel 2024 sarà possibile accedere alla pensione prima di aver compiuto 67 anni. Vediamo quali sono i nuovi requisiti. 

Riconfermate anche per quest’anno tutte le misure di prepensionamento ma con nuove regole. Vediamo come si potrà accedere alla pensione anticipata.

Pensione anticipata nel 2024
Come andare prima in pensione nel 2024/ Thewisemagazine.it

Nessuna riforma strutturale delle pensioni per il 2024 e nessuna abolizione della legge Fornero. Per il momento la condizione delle casse statali non lo consente. Dunque la legge Fornero ci terrà compagnia per tutto il 2024 e probabilmente anche oltre anche se cancellarla resta uno dei principali obiettivi di legislatura del Governo di Giorgia Meloni.

L’Esecutivo, per quest’anno, ha introdotto comunque tante novità sul fronte previdenziale. In particolare sono state cambiate le regole e i requisiti per accedere alle misure di prepensionamento, cioè a quelle misure che permettono di uscire dal lavoro prima di aver compiuto i canonici 67 anni richiesti dalla Fornero.

Pensione anticipata: nuovi requisiti

Anno nuovo e requisiti nuovi per accedere alle misure di pensione anticipata. Vediamo come si potrà andare in pensione prima del 67 anni nel 2024.

Pensioni nel 2024
Nuove regole per la pensione anticipata nel 2024/ Thewisemagazine.it

Anche nel 2024 sarà possibile andare in pensione a soli 64 anni e con appena 20 anni di contributi se i contributi sono stati tutti versati a partire dal 1996, cioè dopo l’entrata in vigore del sistema di calcolo contributivo. Fino al 2023 per fruire di questa possibilità era necessario aver maturato un assegno previdenziale pari almeno a 2,8 volte l’importo dell’Assegno sociale. Nel 2024 le soglie sono cambiate.

Gli uomini e le donne senza figli devono aver maturato una pensione pari almeno a 3 volte l’importo dell’Assegno sociale; 2,8 volte l’importo dell’Assegno sociale le donne con solo un figlio e 2,6 volte l’importo dell’Assegno sociale le lavoratrici che hanno due o più figli. Nessuna modifica sostanziale per quel che riguarda la pensione anticipata ordinaria che resta accessibile a qualsiasi età se si raggiunge il requisito contributivo minimo di 42 anni e 10 mesi per gli uomini oppure di 41 anni e 10 mesi per le donne.

Chi ha iniziato a lavorare prima di aver compiuto 19 anni, anche nel 2024 potrà fruire di Quota 41 che consente di andare in pensione a qualunque età con 41 anni di contributi di cui almeno 1 anno versato prima di aver compiuto 19 anni. Questa opzione, però, anche nel 2024, si rivolge solo a caregiver da almeno 6 mesi, invalidi almeno al 74%, disoccupati o addetti ai lavori usuranti.

Infine, anche per il 2024, il Governo ha confermato Quota 103, Ape sociale e Opzione donna. Per quest’ultima cambia l’età pensionabile che sale da 60 anni a 61 mentre il requisito contributivo resta di 35 anni. Età pensionabile un po’ più alta anche per Ape sociale: non più 63 anni ma 63 anni e 5 mesi e i contributi restano di 30 anni o di 36, a seconda della categoria lavorativa.

Le modifiche più importanti riguardano Quota 103. I requisiti d’accesso restano gli stessi: 62 anni di età e minimo 41 anni di contributi. Ma nel 2024 l’assegno previdenziale di chi decide di andare in pensione con Quota 103 sarà interamente ricalcolato con il sistema contributivo e non potrà superare di 4 volte l’importo del trattamento minimo dell’Inps.

Impostazioni privacy