Eleonora Giorgi, prima e dopo: ecco come l’attrice è cambiata nel tempo, farete fatica a riconoscerla

Lo scorso 21 ottobre ha compiuto settant’anni ed è ancora un’icona di bellezza: ecco come Eleonora Giorgi è cambiata nel tempo.

Modella e attrice, diventata celebre negli anni ’80 grazie alla partecipazione a varie commedie pop a loro modo indimenticabili, Eleonora Giorgi ha avuto una vita assai movimentata, segnata da grandi successi e brutte cadute. Cominciò da giovanissima a farsi notare nella Roma alternativa, nel periodo psichedelico, frequentando artisti come Mario Schifano e poi specializzandosi come modella. Già nel 1970 fece il suo debutto cinematografico in un ruolo minore nel film horror di Paolo Ciavarro La pancia nera della tarantola.

Eleonora Giorgi com'era da giovane
Eleonora Giorgi – Ansa foto e Instagram ufficiale – (thewisemagazine.it)

Bellissima e dotata di un fascino etereo e allo stesso tempo di uno strano magnetismo dato dallo sguardo sempre malinconico e un po’ perso, Eleonora Giorgi veniva scelta dai registi per impersonare la fanciulla innocente o l’insospettabile ammaliatrice.

Divenne una star e un’icona di bellezza partecipando a Storia di una monaca di clausura (1973) di Domenico Paolella, quando aveva appena diciotto anni. Prese poi parte a Il bacio di Mario Lanfranchi e a varie commedie erotiche (La sbandata di Salvatore Samperi, in cui recitava accanto a Domenico Modugno, Alla mia cara mamma nel giorno del suo compleanno di Salce e Conviene far bene l’amore di Pasquale Festa Campanile).

Nel 1980 recitò in Inferno di Dario Argento e l’anno dopo in Nudo di donna di Nino Manfredi. Nel 1982, invece, passò a un ruolo più drammatico, in Oltre l’ossessione di Liliana Cavani. Poi tornò alla commedia, insieme ad Adriano Celentano (in Mani di velluto e Grand hotel excelsior). Per la sua interpretazione al film Borotalco di Carlo Verdone vinse il Nastro d’Argento e il David di Donatello come migliore attrice.

Eleonora Giorgi: com’è cambiata la sua bellezza negli anni

In anni in cui il cinema proponeva bellezze giunoniche e sembra più procaci e sfacciate, la sensualità sfuggente di Eleonora Giorgi rappresentava un’anomalia. Dopo aver avuto problemi con l’eroina ed essere parecchio dimagrita a causa di una vita non troppo ordinata, nel 1979 Eleonora Giorgi cambiò stile dopo aver sposato l’editore Angelo Rizzoli. Il divorzio arrivò nel 1984, in seguito allo scandalo P2, con l’arresto di Rizzoli.

Eleonora Giorgi: ecco com'è cambiata
La Giorgi all’inizio degli anni ’70 (Foto: Instagram @eleonoragiorgioficial) –

Fu in questo periodo che Eleonora decise di allontanarsi dal mondo del cinema, anche per sottrarsi alla morbosa curiosità dell’opinione pubblica. In seguito la Giorgi si legò sentimentalmente all’attore Massimo Ciavarro, conosciuto sul set di Sapore di mare 2 e poi sposato nel 1993. E qui Eleonora Giorgi è cambiata ancora, soprattutto nel look, sposando uno stile più familiare e in alcuni casi campagnolo.

Dopo il divorzio da Ciavarro, avvenuto nel 1996, è stata fidanzata fino al 2007 con il famoso romanziere Andrea De Carlo, e anche con lui la Giorgi ha vissuto sostanzialmente ritirata, lontana dalla città e dal clamore mediatico. Negli anni successivi Eleonora Giorgi si è sottoposta a un lifting per tornare in tv e al cinema. A più di cinquant’anni dal suo esordio resta una donna ammaliante.

Impostazioni privacy