Autore: Marco Capriglio

parricidio

Parricidio, da Freud a Dostoevskij

Per parricidio si intende l’omicidio di un ascendente o più in generale di un parente stretto. Si parla di uxoricidio nel caso la vittima sia il/la coniuge, di fratricidio se il delitto è commesso contro un fratello o una sorella o di matricidio/patricidio se a morire è un genitore. Il parricidio è un topos letterario abbastanza comune, soprattutto nella cultura greca. Tra i racconti più famosi spicca sicuramente quello di Edipo, dal quale deriva anche il complesso di Edipo, teorizzato dallo psicanalista Sigmund Freud. Proprio quest’ultimo ha dedicato alla tematica del parricidio un saggio dal titolo Dostoevskij e il parricidio (1297). Freud riscontra nello scrittore e filosofo russo quattro diverse caratterizzanti: lo scrittore, il nevrotico, il peccatore, il moralista. Se sulla prima non ha niente da aggiungere, sulle altre compie un’analisi che ripercorre la biografia dell’autore e la sua poetica.

pop punk

Il pop punk tratta anche tematiche serie

I testi del pop punk sono spesso associati alle feste, al consumo di alcolici, alle sbandate amorose o al ricordo della vita adolescenziale. Ci sono però delle eccezioni. In questo articolo è riportato un elenco (non esaustivo) di brani pop punk, che affrontano in maniera seria e critica eventi difficili della vita, come la depressione, la morte o le tragedie famigliari.

Catechismo in Italia

Il catechismo in Italia, storia e metodi

Il catechismo è da sempre uno dei metodi che la Chiesa cattolica utilizza per formare ed educare il grande pubblico, a partire proprio dai giovani. Quando si parla di catechismo, ci si riferisce in particolare a quello dell’iniziazione cristiana, indirizzato ai bambini di età scolare che devono fare la prima comunione o la cresima. Queste pratiche diventano quindi aspetti educativi rivolti a minori, diffusi capillarmente su tutto il territorio nazionale. In questo articolo si ripercorre la storia del catechismo in Italia.

Enrico Ganassi

Enrico Ganassi, dal baratro alla speranza

Nato a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, nel 1941, Enrico Ganassi è un pittore affermato sulla scena italiana. Durante la sua carriera, ha dipinto oltre settecento tele. Le sue opere si trovano in...

Donato Bilancia, il serial killer dei treni

Si è spento a causa delle complicanze del covid-19 Donato Bilancia. Il serial killer italiano era stato condannato a tredici ergastoli per aver compiuto diciassette omicidi tra il 1998 e il 1999. Il suo modus operandi, spesso incoerente, ne rendeva difficile l’identificazione e la cattura. Non c’erano infatti collegamenti evidenti tra la maggior parte dei suoi omicidi. Le sue vittime erano scelte principalmente a caso, in un’aera tra il basso Piemonte e la Liguria. La stampa italiana lo aveva soprannominato mostro della Liguria e killer dei treni.

zodiac

Zodiac, una lettera decifrata dopo oltre cinquant’anni

Zodiac, o Killer dello Zodiaco, è stato un assassino seriale che ha operato tra la fine del 1968 e il 1969 in California, negli Stati Uniti d’America. Zodiac stesso si diede questo nomignolo in una serie di lettere inviate ai giornali statunitensi fino al 1974, le quali contenevano anche crittogrammi o messaggi cifrati. Proprio uno di questi è stato decifrato pochissimi giorni fa. Si tratta del messaggio “340”, chiamato così per il numero di caratteri contenuti. L’FBI ha reso noto che il 5 dicembre, dopo cinquantuno anni, è stato decriptato un messaggio di Zodiac inviato al San Francisco Chronical l’8 novembre 1969. Autori di questa impresa sono il programmatore statunitense David Oranchank, il magazziniere belga Jarl Van Eyke e il matematico australiano Sam Blake.